Per fare una Città 30 non bastano un’ordinanza e dei cartelli

Sì, è corretto. Per questo, il progetto Bologna Città 30, in linea con le migliori esperienze europee, si compone di quattro azioni principali: le nuove regole di velocità i controlli per la loro applicazione la trasformazione progressiva delle strade e dello spazio pubblico la comunicazione e il coinvolgimento della comunità. La Città 30 nella nostra……

Leggi tutto

Ma non considerate le tecnologie di sicurezza sempre più avanzate dei veicoli?

Le tecnologie di sicurezza attiva e passiva dei veicoli a motore che stanno progredendo possono senz’altro migliorare la sicurezza per i conducenti e gli altri utenti della strada, ma non sono di per sé sufficienti e risolutive. Basta guardare i trend di incidentalità contenuti nel PNSS (Piano Nazionale per la Sicurezza Stradale): in dieci anni……

Leggi tutto

A 30 all’ora aumenta la distrazione?

Non ci sono prove che suggeriscano che viaggiare a 30 km/h diminuisca l’attenzione e la concentrazione dei guidatori o aumenti gli incidenti. Ci sono ormai molte città dove sono in vigore da tempo limiti di velocità di 30 km/h (o 20 mph) e non ci sono evidenze che gli incidenti siano aumentati a causa della……

Leggi tutto

Non è che a 30 all’ora controllo il tachimetro e non guardo la strada?

I primi tempi sarai portato/a a controllare più spesso la velocità, è normale: si tratta di cambiare un’abitudine. Nessun guidatore d’altra parte nasce con una velocità preimpostata nei piedi: è stato così anche quando, prendendo la patente, abbiamo dovuto imparare a rispettare i 50 km/h in città. Ora ci stiamo tutti abituando a un nuovo……

Leggi tutto

Però anche i ciclisti e i monopattinisti devono rispettare le regole in strada!

Sì. Per una buona e sicura convivenza in strada, tutte le persone sono tenute a rispettare le regole di circolazione, che si muovano a piedi, in bici, in monopattino, in auto, in moto, in furgone/camion, guidando un taxi o un bus. D’altra parte, ciascuno/a di noi non appartiene a un’unica categoria, ma, a seconda del……

Leggi tutto

Però anche i pedoni devono rispettare le regole in strada!

Sì. Per una buona e sicura convivenza in strada, tutte le persone sono tenute a rispettare le regole di circolazione, che si muovano a piedi, in bici, in monopattino, in auto, in moto, in furgone/camion, guidando un taxi o un bus. Non ci sono soggetti esentati dal rispetto delle regole sulla strada. Anche quando camminiamo,……

Leggi tutto

Ma le corsie ciclabili disegnate su strada e quelle “controsenso” non sono pericolose?

No. Le corsie ciclabili, semplici e per doppio senso ciclabile, sono strumenti nuovi introdotti nel codice della strada solo dal 2020, per cui è comprensibile che possano essere ancora poco compresi o ritenuti pericolosi. In realtà, tutte le analoghe esperienze europee e i dati concreti sull’applicazione a Bologna consentono di affermare che la sicurezza non……

Leggi tutto

Con il limite di 30 km/h cosa cambia in caso di incidente?

Quando avviene un incidente stradale, l’organo di polizia stradale che interviene tiene conto, tra le diverse circostanze rilevanti, anche del limite massimo di velocità – che sia 50 km/h o sia 30 km/h – in vigore nel tratto di strada in cui si è verificato. Se dalla ricostruzione della dinamica dell’incidente si evidenzia che il……

Leggi tutto

Cosa cambia per le scuole guida e per i loro studenti?

Le autoscuole sono definite dal codice della strada le “scuole per l’educazione stradale, l’istruzione e la formazione dei conducenti”. Gli insegnanti e gli istruttori di scuola guida sono già tenuti a insegnare agli studenti, nelle lezioni teoriche e nelle prove pratiche, le regole del codice della strada, tra cui rientrano i limiti massimi di velocità,……

Leggi tutto